Lanzarote - Canary Islands

 L’isola di Cesar Manrique

Lanzarote è l’isola più nord-orientale dell’arcipelago spagnolo delle Canarie e, in poco più di due settimane, abbiamo esplorato il suo territorio “marziano” percorrendo ben 1700 km e dedicando una giornata alla splendida Isla Graciosa. 

Come abitudine abbiamo tendenzialmente tralasciato le località più turistiche e famose, concentrandoci sugli itinerari più selvaggi e meno frequentati.

Per poter esplorare l’isola è indispensabile il noleggio di un’automobile e terminato il viaggio, viste le strade percorse, consiglio di optare per una soluzione “4x4 leggera” che senz’altro permette di affrontare meglio le numerosissime strade sterrate.

Attraversando Lanzarote è impossibile immaginarla senza Cesar Manrique e non restare colpiti dall’impronta costante del più illustre dei suoi nativi. Nato ad Arrecife nel 1919 questo artista poliedrico e versatile è stato in grado di dare l’impronta della sua arte praticamente su tutto il territorio, intervenendo con opere pubbliche di diverso tipo nei contesti più vari e conferendo all’architettura dell’isola uno stile unitario in armonia con la natura. 

Percorrendo le strade si nota subito che i centri abitati sono disseminati di graziose casette immacolate con porte e finestre di colore verde e sui tetti camini dalla graziosa forma a cipolla. Lungo le strade non si incontrano cartelli pubblicitari né grattacieli, così frequenti nelle altre isole delle Canarie, e tutto ciò grazie all’influenza di Manrique.

L’aspro ambiente dell’isola di origine vulcanica offre scorci spettacolari e “marziani” soprattutto nell’area del Parque Nacional de Timanfaja con parecchie bocche ancora attive e visitabili con tour guidati. In molte altre aree è possibile fare trekking e percorsi in mountain bike oppure esplorare la Cueva de los Verdes, una cavità abissale visitabile per circa 1 km, che rappresenta il tratto più spettacolare di un tubo lavico che si estende per quasi 8 km e che si è formato da un’eruzione vulcanica 5000 anni fa.

Le condizioni meteorologiche dell’isola sono estremamente variabili, noi in una giornata al mattino nebbiosa, siamo prima andati alla scoperta della regione vinicola di Geria con le sue viti coltivate nei caratteristici “sokos” quindi, dirigendoci a sud, in pochi chilometri ci siamo ritrovati immersi in una calda giornata estiva. L’ideale per esplorare i dintorni di Playa de Papagayo approfittando delle sue splendide e poco frequentate calette .

Ogni giorno è possibile fare qualcosa di nuovo e diverso, alla portata di tutti.

Se volete saperne di più ho realizzato anche il Travel iBook qui sotto.

Alla scoperta di Lanzarote - L’isola di Cesar Manrique

Lanzarote è l’isola più nord-orientale dell’arcipelago spagnolo delle Canarie e, in poco più di due settimane, abbiamo esplorato il suo territorio “marziano” percorrendo ben 1700 km e dedicando una giornata alla splendida Isla Graciosa. Come abitudine abbiamo tendenzialmente tralasciato le località più turistiche e famose, concentrandoci sugli itinerari più selvaggi e meno frequentati. La guida è suddivisa in aree geografiche in modo che sia più facile la visita di ogni zona in uno o più giorni.

Vi piacerebbe avere maggiori informazioni  

oppure essere guidati in questi viaggi

NON ESITATE A SCRIVERMI

Privacy Policy | Cookie Policy | Copyright Info © Mattia Sandrini Photographer

Questo sito web fa uso di cookies. Si prega di consultare la nostra informativa sulla privacy per i dettagli.

PER VISUALIZZARE I FILMATI DEVI ACCONSENTIRE CLICCANDO SU OK

OK